Usare l’inbound marketing per trovare nuovi clienti

Tutto quello che devi sapere su questa modalità di marketing!

Inboud Marketing, un concetto che viene ripetuto spesso dai guru del marketing, ma cosa significa? Come al solito vedrai che ad ogni parola complicata, molto spesso, corrisponde una spiegazione abbastanza semplice. Parliamo infatti di una modalità di marketing che consiste nel farsi trovare da potenziali clienti (outside-in) in contrasto alla modalità tradizionale, outbound marketing (inside-out) con cui si diffonde un messaggio diretto unicamente verso il cliente.  Si parla in questo caso di attrazione naturale del cliente.

Ma come fare per creare audience attorno al tuo prodotto o servizio? Come puoi produrre contenuti sempre interessanti, utili e freschi in modo da essere trovato?

Ora che sai cos’è l’inboud marketing, puoi usare questi strumenti.

 

1) Contenuto

Si tratta del perno della tua strategia. Devi scrivere contenuti sempre attuali, interessanti e che risolvano i problemi della gente o che vengano incontro alle loro esigenze. Se vuoi balzare in cima ai motori di ricerca devi curare la SEO (Search Engine Optimization) con cui individui le parole chiave che identificano il tuo business e il SEM, con cui generi traffico qualificato verso il tuo sito web.

Parti da un blog e dimostra, giorno dopo giorno, la tua competenza, conquisterai la fiducia di sempre più persone che, automaticamente, diventeranno clienti.

Usa anche GoogleAdWords per ottimizzare i tuoi contenuti.

 

2) Social Media Marketing

Nell’era dei social non puoi non usare i social!

Ciascuno prevede linguaggi diversi e la gente trascorre davvero tante ore lì dentro. La comunicazione è bi-direzionale, devi piazzare i tuoi prodotti con offerte, contenuti e sponsorizzazioni del marchio ma anche interagire con i tuoi potenziali clienti, questo è importantissimo!

Studia ciascuna piattaforma, le sue peculiarità e differenzia la tua strategia. Interagisci nei gruppi di Facebook, Linkedin e Google Plus.

 

3) E-mail marketing

Vuoi fare inboud marketing per promuovere il tuo libro? Bene, sfrutta i contatti che hai per alimentare la fiducia del tuo potenziale cliente inviandogli delle email. Adotta una strategia continua e costante, non stressarlo ma presentagli contenuti ulteriori, come un articolo del tuo blog, un ebook o un pdf interessante, promuovi la discussione e l’interazione.

 

4) CRM

Con i sistemi CRM puoi conoscere al meglio i potenziali clienti e soddisfare meglio le loro esigenze. Avrai sempre più clienti fidelizzati.

 

La strategia

Ora che sai il significato di inbound marketing e le sue caratteristiche principali devi preparare la tua strategia. Usa tool free come MailChimp e Hootsuite e magari coordinali con HubSpot in modo da non tralasciare nulla.

Adesso che sei riuscito a portare al tuo blog tanti visitatori o hai ricevuto tante visite o riscontri nei social, devi adottare le strategie giuste per fare conversioni. Puoi utilizzare:

  • Call to action, pulsanti o link che incoraggiano il visitatore a compiere un’azione (Scopri, Clicca qui, ecc…);
  • Landing Page, una pagina apposita per la conversione, qui gli utenti lasciano i loro dati. Design accattivante ed elementi audiovisivi;
  • Form, modulo appositamente creato per acchiappare contatti;
  • Email, con il lead nurturing bisogna nutrire la fiducia dei nostri potenziali clienti;
  • CRM, per migliorare le relazioni con i clienti.

Adottando le giuste inbound marketing strategies attiriamo solo le persone giuste per il nostro prodotto o servizio. Questa sarà più facile da convertire ma attenzione, ad un certo punto bisogna chiudere l’operazione per trasformare l’interessato in cliente.

Credi di aver finito? Giammai! Delizia il tuo cliente, coccolalo, se no scapperà e non credere che questo non sia frequente.

 

Le fasi dell’inbound marketing

Ma quali sono le fasi di questo marketing inbound? Vediamole insieme:

  1. Definizione strategia. Individua obiettivi specifici e monitorali costantemente con l’analisi di KPI (Key Performance Indicator);
  2. Identifica audience di riferimento. Quali sono gli individui che corrispondono al target per l’offerta aziendale (buyer personas)?
  3. Individua spazi virtuali ideali. Dove si ritrova il tuo target? Setaccia il web: pagine, blog, gruppi, forum ecc;
  4. Identifica problemi ed esigenze.
  5. Crea un piano per pubblicare i contenuti. Interessa e coinvolgi!;
  6. Differenzia la tua promozione. Usa i vari strumenti pubblicitari.

Ma andando ancor più nel dettaglio, quali sono i vantaggi dell’inbound marketing?

Hai una maggiore possibilità di essere trovato su Internet e sulle tue vetrine virtuali, puoi capire gli usi e le abitudini dei tuoi potenziali clienti, cosa li attrae maggiormente e di cosa hanno bisogno. Il processo d’acquisto è un vero e proprio imbuto (funnel), devi essere bravo a condurre la persona verso il tuo obiettivo principale.

Diversifica le azioni di marketing e mettici tanto lavoro e impegno, l’inbound marketing ti premierà!

Leave a Reply